Press Tour – Aquabike World Championship Gran Prix of Italy – ep.1


di Andrea Colangelo e Valeria Caravella

Da pochi giorni abbiamo concluso il Press Tour organizzato dai ragazzi di Aquabike Italy in occasione del prossimo Aquabike World Championship Gran Prix of Italy che quest’anno avrà ben due tappe in Puglia. La prima a Porto Cesareo dal 2 al 4 giugno, la seconda a Vieste dal 9 all’11 giugno. Aquabike è spettacolo, adrenalina, fatica e divertimento. L’ Aquabike World Championship è un appuntamento da non perdere: centinaia di atleti, appassionati e semplici curiosi, invaderanno le coste del Salento e del Gargano.

Questa del press tour è stata un’occasione per conoscere e collaborare con persone che ogni giorno dedicano tempo della loro vita a promuovere e valorizzare il proprio territorio attraverso competenze, dedizione, creatività. Abbiamo accettato al volo e con entusiasmo l’invito da parte di Pierpaolo Sammartino responsabile comunicazione e relazioni pubbliche, Annarita Zonno Local Organizator Befree e Francesca Romana Ferrara speaker dell’evento, persone dotate di un carisma fuori dal comune che ci hanno accompagnati in questo viaggio alla scoperta del Salento.

Press Tour - Aquabike World Championship Gran Prix of Italy

Press Tour – Aquabike World Championship Gran Prix of Italy

Arrivati la sera di venerdì 28 gennaio siamo stati subito accolti da Pierpaolo e portati a una degustazione di Chianina all’interno del ristorante masseria Bella ‘mbriana di Lecce, che proprio in quell’occasione festeggiava il suo 20° anniversario. Ad accoglierci ed accompagnarci in questo percorso gastronomico è stato Pino de Luca, deus ex machina dell’evento. Se poi, al menù tutto a base di italianissima Chianina, ci aggiungiamo uno dei vini più buoni di Puglia, parliamo di Eloquenzia (D.O.C. Copertino), il quadro si chiude nel migliore dei modi. Al nostro tavolo era presente la figlia di Severino Garofano, Renata, che ci ha raccontato la storia della sua cantina tra sperimentazione e amore per la propria terra. Felicissimi e sazi di grande tradizione enogastronomica Italiana torniamo in albergo a dormire.

Menù 20° anniversario - Bella 'mbriana

Menù 20° anniversario – Bella ‘mbriana

Sapevamo che ad attenderci il mattino seguente ci sarebbe stata la storia e le scoperte archeologiche che nel tempo si sono susseguite, non avevamo idea però di chi sarebbero stati i nostri compagni di viaggio. L’archeologa Valentina Pagano, Gabriele dell’Anna, community manager di Instagramers Lecce e Lucrezia Argentiero, giornalista pugliese. A loro il merito di averci reso partecipanti e non soltanto spettatori. Insieme abbiamo bussato alla porta di Tonio Bisconti.

Tonio Bisconti- artista di San Pietro in Lama (Lecce)

Tonio Bisconti- artista di San Pietro in Lama (Lecce)

Tonio, insieme alla sua compagna Anna Potuto lavorano in una bottega a San Pietro in Lama, un piccolo borgo vicino Lecce che conserva l’antico fascino dei luoghi abitati dagli artigiani con le loro botteghe.

Con amore e impegno creano dall’informe argilla capolavori di terracotta di vario uso, forma e tradizione. È stata un’esperienza di valore conoscere persone che assecondano un desiderio di espressione artistica fuori da una logica di pura commercializzazione. Tonio ci ha mostrato alcune delle sue opere, che potete trovare qui, e ci ha ricordato che indirizzare le proprie energie verso un progetto che ci coinvolge e ci identifica, è l’unico modo per vivere una vita felice e appagante. Metaforicamente ha parlato dell’argilla e della vita, tracciando fragilità e necessità in comune, “la vita come l’argilla, va centrata”, come non dargli ragione.

Giunti all’ora di pranzo siamo andati a casa di Leonardo Pezzolla, chef leccese che insieme a sua moglie Silvia ha aperto da pochi giorni uno dei primi Home Restaurant di Lecce. Varcata la porta di ingresso ci siamo sentiti subito a casa, d’altronde eravamo in una vera e propria abitazione, divano, lampade, cuscini, un ambiente così piacevole e intimo, di quelli in cui ti viene subito voglia di tornare, o magari di restare qualche ora in più.

Home Restaurant di Leonardo Pezzolla

Home Restaurant di Leonardo Pezzolla

Leonardo insieme ad Elia Calò, sommelier e bartender, ci hanno accompagnati in un viaggio attraverso sapori e profumi della cucina e del vino pugliese. Abbiamo avuto modo, stando a tavola, di raccontarci le storie del Gargano e le storie del Salento, è emerso il bisogno di promuovere l’ospitalità e il turismo, insieme.

Il pomeriggio lo abbiamo trascorso tra le vie di Lecce con una sosta speciale al Palazzo Faggiano. Il Museo Faggiano è un edificio aperto al pubblico nell’aprile del 2008 e raccoglie al suo interno testimonianze storico-archeologiche che racchiudo un arco di tempo di oltre 2000 anni. Si va dai Messapi (V sec. a.c.) ai Romani, dal Medioevo al Rinascimento, in un percorso storico percepibile con i cinque sensi.

La scoperta ha dell’incredibile. Tutto è nato quasi per caso, nel 2001, quando il proprietario dell’immobile, Luciano Faggiano, fu costretto a rompere i pavimenti della casa per cambiare i tubi della fogna causa di continui inconvenienti. E fu proprio in quella circostanza, alla ricerca del tubo malfunzionante, che iniziarono ad emergere le prime testimonianze archeologiche del tutto inaspettate.

I lavori di scavo, durati 7 anni, hanno trasformato una dimora di famiglia in un vero e proprio sito archeologico. Si è scoperto che dal 1000 al 1200 circa, questo edificio è stato una casa Templare.

Reperti Museo Faggiano

Reperti Museo Faggiano

Usciti dal museo Faggiano, siamo andati a visitare una piccola azienda leccese: 1904, la gassosa artigianale del Salento”. Così come nel 1904 Pasquale Chiurazzi preparava la bevanda nella sua casa con i frutti del suo agrumeto, ora suo nipote Marco si mette all’opera e prepara per i suoi clienti questa bibita artigianale a base di infuso di limoni freschi, fatta solo con ingredienti naturali.

1904 gassosa -  Marco Chiurazzi

1904 gassosa – Marco Chiurazzi

Direttamente dall’albero alla bottiglia, senza conservanti, la bibita viene ricavata seguendo un processo di lavorazione e imbottigliamento rigorosamente manuale. Un ritorno alla manualità che in questo momento storico dominato dall’automazione ci fa sperare sul futuro della nostra economia locale.

Ristorante la Crianza

Ristorante la Crianza

La serata si è conclusa nel bistrò la Crianza, nato a coronare il sogno di Enrico Lecci e la sua compagna. Una cena leggera a base di verdure di stagione, formaggi e legumi, nelle ricette tipiche in un’ottica slow food. Ogni cosa in questa terra, dalla più piccola alla più grande realizzata, il bistrò, il museo, il laboratorio di gassose artigianali, racchiude in sé una storia fatta di persone che a partire da alcune risorse, ne creano di nuove per metterle a disposizione dell’altro. La forza e la bellezza del Salento sta proprio nelle persone, nella loro capacità di unirsi per un obbiettivo comune. La speranza è che questa sia stata la prima di una lunga serie di eventi che vedranno il Gargano e il Salento insieme per la Puglia e per i suoi visitatori.

Porto Cesareo

Porto Cesareo

A breve il racconto della seconda giornata, di cui protagonista indiscussa sarà la Focàra, sorella maggiore della nostra Fanoja di San Giuseppe.